corso osteopatia E.C.M.

Corsi Autorizzati E.C.M.

Posturologia e Ortoprassia

LA POSTUROLOGIA

La posturologia è una disciplina scientifica pluriprofessionaleche valuta la capacità del Sistema Nervoso Centrale ad elaborare ed a stabilizzare la postura oetostatica. Questo atto motorio, automatico e non cosciente, riflette l’attività dei circuiti sensorio-motori concernenti e permette :

  • di elaborare lil riferimento « dritto davanti » (modello interno, se/ambiente) ;
  • di adattare la posizione eretta e di posizionare il suo centro di massa corporea ;
  • di stabilizzare questa posizione sia in statica che durante le attività dinamiche.

L’occhio, l’orecchio interno , la somestesia alimentano il SNC di afferenze sensoriali che gli permettono di creare, e poi di regolare, una postura ortostatica, che deve essere capace di rispondere sia alle costrizioni della gravità terrestre, che ai rischi dei disequilibri inerenti ai movimenti ed alla locomozione che caratterizza il modo di vita umano.
Nello studio della postura torna ad avere influenza l’attività, positiva o negativa, dei circuiti nervosi coinvolti nel controllo posturale.

L’ORTOPRASSIA
Allo stato attuale dell’evoluzione, si può evidentemente dire che l’Uomo è fondamentalmente programmato e regolato per vivere in stazione eretta.
Anche se possiede delle notevoli capacità di adattamento all’ambiente, la sua omeostasi è ortogradica.
Per fare ciò egli ha bisogno di collocarsi nel mondo che lo circonda. Egli utilizza per questo scopo differenti referenze o fonti di informazione, che gli permettono di percepire il suo corpo e di organizzarlo nello spazio.
Il sistema posturale fine e quindi i muscoli tonici (della postura), sono in azione in posizione eretta.

Gli atti d’Ortoprassia sono dunque realizzati su un soggetto che sta in piedi, nella sua migliore postura ortostatica (quiet stance) del momento. L’Ortoprassia da al praticante l’opportunità di manipolare, per mezzo di facilitazioni tattilo-kinesiterapiche, i marcatori somestesici (cutaneo, propriocettivo, facciale, viscerale ecc…) di questi conflitti sensoriali e di utilizzare l’azione di questo circuito corporeo , per riafferenziare un Sistema Nervoso Centrale che va a generare, in tempo reale, delle autocorrezioni fini, potenti, automatiche e plurime (segmentarie, posturali, vegetative, comportamentali ecc…).

Terapia Funzionale Globale